Giornate di “Cultura a porte aperte” nel territorio della diocesi di Tortona

Visualizzazioni: 62

Sabato 19 e domenica 20 settembre un weekend dedicato al patrimonio artistico

TORTONA – Nel pieno rispetto delle norme di contenimento anti Covid, sabato 19 e domenica 20 settembre, in tutto il Piemonte e la Valle d’Aosta, si svolgeranno le giornate di “Cultura a porte aperte”. Un weekend di festa per valorizzare i Beni Culturali Ecclesia stici e il loro territorio.

Come negli anni scorsi i protagonisti di “Cultura a porte aperte” saranno gli oltre 2000 volontari che garantiscono l’accoglienza e la valorizzazione dei beni ecclesiastici del Piemonte e della Valle d’Aosta durante l’anno, tenendo aperti luoghi carichi di storia e arte distribuiti nelle differenti diocesi ade renti al progetto.

Chi ha voglia di fare turismo di prossimità, il terzo fine settimana di settembre potrà programmare itinerari di visita geografici e tematici, riuscendo a visitare qualche chiesa che è spesso chiusa, ma che in queste giornate apre le porte grazie ai volontari.

I visitatori potranno vivere l’esperienza dell’accoglienza con personale volontario anche nella Diocesi di Tortona, dove ormai dal 2011, grazie a contributi della CEI e a finanziamenti ottenuti tramite la collaborazione con la Consulta Ecclesiastica del Piemonte, l’Ufficio Beni Culturali, insieme alle diverse associazioni di volontariato culturale attive sul territorio, promuove la conoscenza delle bellezze artistiche diocesane attraverso aperture programmate durante tutto l’anno.

Sabato 19 e domenica 20 settembre saranno aperte contemporaneamente 10 chiese con personale volontario della Diocesi tortonese.

Il romanico, le pievi, gli oratori delle confraternite, le chiese affrescate, sono alcuni dei temi che potranno fare da filo conduttore per il singolo visitatore o le famiglie che sceglieranno di trascorrere un fine settimana alla scoperta delle realtà locali.

I volontari presenti nei beni aperti accoglieranno e si metteranno a disposizione dei visitatori per fargli conoscere l’edificio e la sua storia.

All’interno delle chiese sarà obbligatorio indossare la mascherina, mantenere le distanze e i numeri saranno contingentati.

Saranno aperte: la pieve di Santa Maria a Fabbrica Curone (domenica ore 1518); la pieve di San Pietro a Volpedo (domenica ore 1619); la pieve di Santa Maria a Viguzzolo (domenica ore 1619; prenotazione obbligatoria chiamando il n 351 6704484); l’abbazia di Santa Maria a Rivalta Scri via (sabato ore 1518.30; domenica ore 910.45 e ore 1518); la pieve di Santa Maria (domenica ore 15.3017,30; visite ogni 30 minuti, ultima visita ore 17) e la chiesa di San Pietro (domenica ore 1617.30; visite ogni 30 minuti, ultima visita ore 17) a Novi Ligure; gli oratori dei Rossi e dei Bianchi a Serravalle Scrivia (sabato ore 1618; domenica ore 1011 e ore 1617); la chiesa di Santa Maria e Siro a Sale (sabato ore 1517.30; domenica ore 1012 e ore 15.3018); la chiesa di Santa Maria a Pontecurone (domenica ore 1518); l’oratorio di San Rocco a Casalnoceto (domenica ore 1618).

Per le aperture si ringraziano per la collaborazione i parroci, le confraternite e le associazioni di volontariato: SIPBC (Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali) Delegazione del Tortonese, l’Associazione Culturale Viguzzolese (ACV), le associazioni “Amici dell’Abbazia di Rivalta” e “Amici di Santa Maria di Sale”, l’associazione culturale “Il Paese di Don Orione” di Pontecurone, l’associazione “Pellizza da Volpedo”.

In entrambe le giornate sarà possibile visitare anche il Museo Diocesano di Tortona aperto dalle 16 alle 19 sia sabato che domenica.

Nel 2019, a cinque anni dalla sua apertura, il museo ha integrato la propria collezione permanente con nuove opere inserite nel percorso e con una nuova sezione dedicata a Lorenzo Perosi.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare l’Ufficio Beni Culturali (tel. 0131 816609) dal lunedì al venerdì mattina. Programma dettagliato e maggiori informazioni sono disponibili sul sito cittaecattedrali.it e sul sito del Museo Diocesano di Tortona (muditortona.net.).

La Cultura non si ferma e nemmeno la voglia di stare insieme.

Michela Ricco

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *