Dipingere è un rischioso inizio

Visualizzazioni: 30

Piero Leddi a San Sebastiano Curone

Domenica 18 settembre alle ore 16, a San Sebastiano Curone presso la Casa del Principe Doria, sarà presentato il libro Piero Leddi. Dipingere è un rischioso inizio, a cura di Mariachiara Fugazza, (edizioni Mimesis 2022).

Al termine della presentazione sarà inaugurata l’esposizione con lo stesso titolo del libro che comprende opere prodotte da Piero Leddi nel periodo giovanile, culminato in due personali tenute a Tortona e a Brescia alla fine degli anni Cinquanta.

Il confronto tra l’ambiente d’origine e la modernità urbana, l’esigenza di un linguaggio adatto a interpretare artisticamente le trasformazioni in atto emergono nei lavori esposti, dove si vedono animali e attrezzi agricoli ed elementi della città, automobili e interni di tram.

Nella presentazione di Brescia del 1959 il critico Mario De Micheli sottolineava gli spunti autobiografici di un giovane che, giunto a Milano dalle terre del Tortonese, “rivive in sé il senso di un esodo tipico dei nostri giorni, e di ciò v’è una traccia nei suoi fogli e nelle sue tele”.

Le opere della mostra di San Sebastiano sono già state esposte, da giugno a settembre 2021, nell’ambito del progetto “Nuove mostre al Museo Bodini. Tra Realismo Esistenziale e Nuova Figurazione”, al Museo di Gemonio. Le esposizioni sono state suggerite dai primi volumi di una nuova collana per Mimesis edizioni, “Archivi di Nuova Figurazione”, a cura di Sara Bodini e Luca Pietro Nicoletti, per la quale è stato pubblicato anche il volume dedicato a Piero Leddi con la curatela di Mariachiara Fugazza.

Accanto alla riproduzione delle opere, il volume include pagine di diario, lettere e testi di Leddi di riflessione sulla sua ricerca. Significativi anche gli elementi di confronto con l’eredità di altri artisti, da Pellizza da Volpedo a Mario Patri.

La narrazione, condotta attraverso le parole e le immagini, permette di seguire il percorso di Leddi e insieme il cammino di una generazione alle prese con i cambiamenti della società e con i temi del rinnovamento artistico a confronto con le grandi correnti straniere.

La mostra è stata realizzata col sostegno della Regione Piemonte e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e si potrà visitare tutte le domeniche dalle 15 alle 17, fino al 27 novembre.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *