Conclusa l’Assemblea Generale della CEI

Visualizzazioni: 503

I vescovi italiani riuniti in Vaticano dal 22 al 25 maggio. Due gli interventi del Papa

ROMA – Dal 22 al 25 maggio si è svolta in Vaticano la 77^ Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana, alla quale ha partecipato anche Mons. Guido Marini. Si è aperta e chiusa con due interventi di Papa Francesco: il primo, riservato, con i vescovi e il secondo aperto anche ai referenti diocesani del Cammino sinodale, ai quali il Papa ha affidato quattro consegne.

Le varie sessioni, arricchite dal lavoro nei gruppi sinodali, hanno avuto come tema centrale: “In ascolto di ciò che lo Spirito dice alle Chiese. Passi verso il discernimento”. Hanno partecipato 225 membri, 29 vescovi emeriti, il Nunzio Apostolico in Italia Mons. Emil Paul Tscherrig, il Vice Presidente del Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee (CCEE) e Arcivescovo di Belgrado Mons. Ladislav Nemet, 20 delegati delle Conferenze Episcopali estere, 15 rappresentanti di religiosi, consacrati e della Consulta Nazionale delle Aggregazioni Laicali, 74 membri del Comitato Nazionale e 330 referenti diocesani del Cammino sinodale. Tra i momenti significativi c’è quello di giovedì 25 maggio, con la concelebrazione eucaristica nella Basilica di San Pietro, presieduta dal Cardinale Presidente Matteo Zuppi (nella foto SIR/Marco Calvarese i vescovi presenti a Messa tra cui Mons. Marini).

Il Pontefice ha affidato ai vescovi alcune consegne: “Continuare a camminare”; “fare Chiesa insieme”; “essere una Chiesa aperta”; “essere una Chiesa inquieta nelle inquietudini di questo tempo”.

Nel suo discorso, il Papa ha rinnovato l’invito a non avere paura di “chiamare tutti” e ha ringraziato i referenti diocesani per il lavoro che stanno portando avanti sul territorio. «Proseguiamo insieme questo percorso – l’esortazione di Papa Francesco –, con grande fiducia nell’opera che lo Spirito Santo va realizzando. È Lui il protagonista del processo sinodale, Lui, non noi! È Lui che apre i singoli e le comunità all’ascolto; è Lui che rende autentico e fecondo il dialogo; è Lui che illumina il discernimento; è Lui che orienta le scelte e le decisioni. È Lui soprattutto che crea l’armonia, la comunione nella Chiesa». Sollecitati dagli spunti offerti dal Santo Padre, i vescovi si sono concentrati su una rilettura del biennio narrativo del Cammino sinodale, rilevando alcuni punti acquisiti, tra cui la ricchezza della rete di referenti diocesani; l’acquisizione del metodo della “conversazione spirituale” co-me stile sinodale permanente e dei “cantieri” come esperienza laboratoriale da proseguire; la consapevolezza delle fatiche e delle resistenze. Attraverso il lavoro dei gruppi sinodali, l’Assemblea ha individuato cinque piste fondamentali per il discernimento operativo: la missione nello stile della prossimità; il linguaggio dell’annuncio, della liturgia e della comunicazione; la formazione e l’iniziazione alla vita cristiana; la corresponsabilità nella guida delle comunità; la revisione e la valorizzazione delle strutture. Sono stati an- che eletti il vice presidente della CEI e i rappresentanti alla XVI Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi (4-29 ottobre 2023 e ottobre 2024).

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *