Colletta per la Terra Santa

Visualizzazioni: 111

Ritorna l’appuntamento del Venerdì della Passione di Cristo. Padre Ielpo: «Anche un piccolo contributo è prezioso per far continuare la testimonianza nei luoghi della nostra redenzione.»

Come ogni anno, durante la Settimana Santa, torna l’appuntamento con la Giornata della Colletta per la Terra Santa voluta nel tempo dai vari Pontefici per pregare e ricordare, anche attraverso una solidarietà concreta, i cristiani che vivono in quei territori. Padre Francesco Ielpo, Commissario di Terra Santa per il Nord Italia, citando le parole del card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, inviate a tutti i vescovi di tutto il mondo in occasione di questo evento, ha affermato che un gesto di solidarietà non è obsoleto e antico ma può davvero manifestare il «legame con le nostre radici», «con quel primo annuncio della passione, morte e risurrezione di Cristo, proclamato nella terra che ha visto il suo passaggio e che poi è arrivato ai confini del mondo».

«Una volta l’anno, – ha detto padre Ielpo – la Chiesa manifesta premura, sollecitudine, attenzione, affetto e carità per i cristiani che vivono nel grande contesto della Terra Santa non solo in Israele e in territori palestinesi ma anche in Egitto, Giordania, Libano, Siria, Etiopia, Eritrea, Yemen, Iraq, Iran, Cipro e Turchia, cioè in quel grande mondo della Chiesa orientale che, per portare avanti la sua testimonianza, necessita della solidarietà universale. Ecco perché, ancora una volta, la Chiesa, attraverso la Congregazione per le Chiese Orientali, e la Custodia di Terra Santa, attraverso la parola del custode e dei commissari sparsi nel mondo, lanciano un appello alla generosità di tutti i cristiani». «Anche un piccolo contributo, – ha aggiunto – il povero obolo della vedova, è davvero prezioso per far continuare quella testimonianza nei luoghi della nostra redenzione». La “Colletta per la Terra Santa”, conosciuta anche come “Collecta pro Locis Sanctis”, che è una delle raccolte obbligatorie (insieme all’Obolo di San Pietro del 29 giugno e alla Giornata Missionaria mondiale), si svolge tradizionalmente il Venerdì. Le offerte raccolte dalle parrocchie della Diocesi di Tortona venerdì 15 aprile saranno trasmesse dai Commissari di Terra Santa alla Custodia di Terra Santa e usate per portare avanti l’importante missione cui è chiamata: proteggere i Luoghi Santi, le “pietre della memoria”, e sostenere la presenza cristiana, le “pietre vive”, attraverso tante attività di solidarietà.

Sul sito www.collettavenerdisanto.it si possono conoscere tutti i progetti che sono sostenuti dalla Colletta. Si tratta di opere rivolte ai pellegrini e alla comunità locale, interventi per emergenze specifiche di alcuni luoghi e per gli stipendi ordinari della Custodia.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *