“Ciampini-Boccardo” campione di scacchi

Visualizzazioni: 101

La squadra dell’istituto novese vince alle gare studentesche

NOVI LIGURE – Dopo quattro anni di duri e costanti allenamenti, per affinare la tecnica di gioco individuale e compattare il gruppo, la squadra del “Ciampini-Boccardo”, sotto la guida dei professori Biagio Monaco e Corrado Campisi, alla fine ha trionfato ai Campionati regionali studenteschi di scacchi nella categoria “juniores mista”. L’impresa è stata compiuta dal gruppo dell’istituto novese che, vincendo tutte le partite, ha guadagnato il primo posto.

Sono in tutto una trentina gli studenti, dal primo all’ultimo anno, che si sono iscritti al corso “Scacchi a Scuola”, appassionandosi sempre di più a questa disciplina e creando una sinergia con il Circolo degli scacchi” novese. Sono state così gettate delle basi concrete per far crescere le future squadre sia nella categoria “allievi” sia in nella “juniores”.

Andrea Casaccia, Irene Giordano, Davide Nuti, Walter Pili, Alessio Raffa e Alessandro Valdi: sono gli alunni che hanno affrontato e superato gli avversari provenienti da Torino, Cuneo e Vercelli gareggiando contro licei che vantano un’importante tradizione scacchistica, soprattutto quelli torinesi.

«Si è realizzato il sogno di potersi qualificare alla fase nazionale e gareggiare contro squadre studentesche di tutta Italia – ha commentato il professor Campisi – ed è la seconda volta, unico caso in Provincia di Alessandria, che i ragazzi riescono ad accedere alla fase nazionale. Durante questi anni di preparazione abbiamo potuto riscontrare alcuni effetti positivi sul- la sicurezza, sull’autostima e sul controllo dell’impulsività».

«Con sacrificio e pazienza – ha evidenziato Campisi – questi giovani “campioncini” hanno dimostrato a tutti noi che si può raggiungere l’obbiettivo prefissato, preparandosi ad affrontare eventuali difficoltà per raggiungerlo.

Abbiamo anche scoperto come il gioco degli “scacchi” possa rappresentare un ulteriore valido strumento nella prevenzione del bullismo».

Il “Ciampini-Boccardo” ha organizzato una festa, che si è svolta il 15 giugno, dove i docenti hanno presentato la prima sfida di “scacchi viventi”, nella quale studentesse e studenti, indossando il costume tipico della “pedina” che rappresentavano, si sono cimentati in una partita di 16 mosse su una scacchiera gigante.

Vittorio Daghino

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *