Gli Adultissimi di A.C. alla Guardia

Visualizzazioni: 8

I gruppi della regione conciliare ligure hanno concluso la Peregrinatio Mariae

 

TORTONA – “Di generazione in generazione” è il titolo del percorso che ha reso protagonisti in questo anno gli Adultissimi di Azione Cattolica nelle nostre realtà associative. Tale percorso, che ha ribadito l’importanza degli Adultissimi non solo per la vita del settore ma per tutta l’associazione, si è sviluppato intorno a tre temi centrali: la generatività, il racconto e la spiritualità.

La generatività ci aiuta a comprendere che gli Adultissimi che ci hanno preceduto nell’esperienza associativa, costituiscono la nostra memoria e hanno ancora tanto da offrire a tutta l’associazione. Attraverso il racconto sono stati chiamati a narrare la loro esperienza, il vissuto di fede, la spiritualità e la loro passione associativa alle nuove generazioni, partendo dai più piccoli.

Questo percorso, dopo l’incontro diocesano del 10 febbraio, ha fatto “tappa” domenica 7 aprile presso il santuario della Madonna della Guardia dove gli Adultissimi di tutta la regione conciliare ligure si sono radunati per concludere la Peregrinatio Mariae con l’icona raffigurante la statua di Maria Immacolata presente nella cappella della Domus Mariae di Roma e voluta dalla “sorella maggiore” Armida Barelli.

Nella mattinata alcuni dei presenti hanno portato testimonianza intorno ai tre impegni chiave dell’A.C.: preghiera, azione, sacrificio. Per la nostra diocesi un ragazzo dell’A.C.R. ha intervistato Carla Mogni Contardi che ha illustrato “da nonna” il valore della preghiera con parole semplici e al tempo stesso profonde.

Nel primo pomeriggio tutti i convenuti hanno potuto visitare la basilica non prima di aver conosciuto la bella figura di san Luigi Orione, vero ispiratore e autentica anima del carisma nato in questo povero quartiere della città e diffuso in tutto il mondo attraverso la carità verso gli ultimi.

La giornata si è conclusa con la celebrazione eucaristica presieduta dal nostro assistente generale don Claudio Baldi che ha invitato tutti ad assumere nella propria vita la misericordia di Dio dono immenso che rende capaci di perdonare e iniziare una nuova esistenza liberati dal peccato che opprime. Come consuetudine in santuario ogni pellegrino ha salutato la Vergine rivolgendo dal profondo del cuore la propria richiesta di grazia che certamente verrà esaudita.

Il prossimo appuntamento per tutti gli Adultissimi (e non) è per il 29 maggio in piazza San Pietro a Roma dove Papa Francesco accoglierà gli associati di tutta Italia in un unico abbraccio di fede e impegno per un rinnovato annuncio del Vangelo. A presto le indicazioni per la partecipazione.

Equipe Adulti Diocesana

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *

Centro preferenze sulla privacy

Necessari

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types],

Marketing

Analitici

Questi cookie sono utilizzati per raccogliere dati degli utenti in modo anonimo.

_ga,_gai,gtm_auth,gtm_debug,gtm_preview
https://policies.google.com/privacy

Accessibilità

Questi cookie sono utilizzati per rendere accessibile il nostro sito.

sogo_animation_off,sogo_bnc,sogo_contrasts,sogo_contrasts_white,sogo_font_2,sogo_font_3,sogo_font_increase,sogo_readable_font