Passa tra le polemiche il rendiconto per il 2021

Visualizzazioni: 31

In consiglio approvata la consegna delle chiavi della città a Valentino

VOGHERA – In un consiglio comunale dai toni accesi, durato cinque ore, è stato approvato nel pomeriggio di lunedì il rendiconto finanziario del Comune per l’anno 2021, con 14 voti favorevoli giunti dai banchi della maggioranza e 9 contrari dell’opposizione. Il Comune ha chiuso il 2021 con un risultato di amministrazione pari a 10.692.831,54 euro, di questi 6.216.393,91 euro risultano accantonati a fondo o vincolati per specifiche finalità. Risulta, quindi, un avanzo libero di 62 mila euro circa. Circa 400 mila euro sono i fondi che saranno invece utilizzati per ulteriori opere pubbliche. Prima del voto i consiglieri di minoranza hanno attaccato la maggioranza dicendo che si tratta di un rendiconto senza alcun indirizzo politico in cui ci si è limitati al «minimo indispensabile». «Un rendiconto – evidenziano i capi gruppo dell’opposizione – in cui spicca solo la bravura degli uffici: si poteva fare molto di più». La sindaca Paola Garlaschelli ha voluto sottolineare l’importanza dei risultati che l’Amministrazione è riuscita a ottenere nel corso del suo primo anno di mandato: «Nel 2021 abbiamo raggiunto una buona percentuale di realizzazione degli obbiettivi individuati in sede previsionale che si attesta in una media dell’84% sulla parte corrente. Siamo soddisfatti per i risultati conseguiti nel rendiconto di gestione 2021, che nonostante il periodo di pandemia e in continua evoluzione, vede raggiunti gli importanti obiettivi previsti nei documenti di programmazione di inizio anno, anche grazie al proficuo lavoro dei responsabili dei servizi e dei dipendenti degli uffici comunali che hanno saputo centrare le priorità assegnate loro dall’Amministrazione con il piano esecutivo di gestione». «Abbiamo fatto del nostro meglio per non aumentare le tariffe e, dove possibile, per applicare riduzioni, per sostenere i cittadini gravemente colpiti dalla crisi economica generata da quella sanitaria, per compensare minori entrare e far fronte a maggiori spese. – continua il primo cittadino – Un rendiconto solido che ci permette di guardare al futuro con fiducia». Durante il consiglio comunale è stato approvato poi lo spostamento della farmacia comunale numero 2 da viale Repubblica a strada Bobbio. «L’attuale posizione di viale Repubblica – hanno spiegato i due rappresentanti di Asm presenti alla seduta consiliare – infatti ha posti limitati per il parcheggio delle auto e anche per questo motivo delle tre farmacie comunali, la numero 2 è ad oggi quella con il minor fatturato. E anche quella mal servita proprio per l’utenza. Di qui la decisione di puntare ad uno spostamento». Per i consiglieri di opposizione si tratta di un spostamento che non tiene conto dei tanti cittadini, soprattutto anziani, che saranno penalizzati: «Il cambio di sede non porterà così tanti utenti e gli unici ad avere qualche beneficio saranno alcuni residenti del comune di Rivanazzano Terme». Gli ultimi due punti all’ordine del giorno hanno riguardato l’approvazione del regolamento per il conferimento dell’onorificenza denominata “Le chiavi della città” e la scelta della maggioranza di consegnare l’11 maggio nel teatro “Sociale” l’onorificenza stessa a Valentino Garavani, uno dei più grandi stilisti italiani, che quel giorno compirà i novant’anni. Valentino è nato l’11 maggio del 1932 a Voghera.

Mattia Tanzi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *