Nella “Sem Cup” il golf incontra la solidarietà

Visualizzazioni: 647

Il torneo benefico di Marco Semino

SERRAVALLE SCRIVIA – Lunedì 6 luglio nel verde di “Villa La Bollina” è stata presentata la quin-ta edizione della “Sem Cup”, il torneo di golf ideato da Marco Semino, che unisce lo sport alla beneficenza. Semino già nel 2009, quando era presidente del Golf Club Serravalle, inizia a realizzare i primi tornei sul green serravallase ma è dal 2016 che la manifestazione assume un carattere più importante e coinvolge molti altri Club del Piemonte, della Lombardia e della Liguria. Quest’anno, a causa della pandemia, il torneo si farà ma in forma ridotta.

Le gare inizieranno giovedì 16 luglio e termineranno con la finalissima venerdì 9 ottobre al Golf Club “Villa Carolina” di Capriata d’Orba. Le prime due si svolgeranno a Serravalle Scrivia, dove si tornerà il 7 e il 27 agosto e poi il 24 settembre, il 4 settembre si giocherà al Golf Club La Serra di Valenza e il 17 settembre al Golf Colline del Gavi di Tassarolo.

A Villa Carolina ci sarà anche la gara del 31 luglio. Il costo di iscrizione è di 10 euro per gli iscritti al circolo nel quale si svolge la tappa e di 20 euro per chi è esterno.

Le cene al termine delle gare sono aperte anche a ospiti che non giocano per raccogliere ancora più fondi e per assegnare i premi che saranno a estrazione. Al termine di ogni gara, come hanno spiegato gli organizzatori, sarà assegnato un punteggio per i primi dieci sia nella classifica netto e sia in quella lordo e questi andranno a determinare il premio finale che è un anello firmato dall’orafo Massimo Megazzini. Tutti gli eventi, al giovedì e al venerdì, si svolgeranno nell’assoluto rispetto delle norme di distanziamento sociale attualmente in vigore. Le cene si terranno a Villa La Bollina al termine delle cinque gare previste sul green di Serravalle. Alla presentazione sono intervenuti Andrea Poldi, Giorgio Martini, Alberto Sacchi, Andrea Baghino e Walter Silvano, che gestisce il Golf Club serravallese. «La formula di gioco, Louisiana a coppie 9 buche – ha spiegato Semino, grande appassionato di golf – l’abbiamo introdotta noi nel 2009 e oggi è la più gettonata nel mondo del golf; con la gara a coppia possono giocare tutti, anche chi non è bravissimo perché c’è la possibilità in due di riuscire a ottenere buoni risultati».

L’obiettivo della “Sem Cup” è quello di superare la cifra di 4.500 euro raccolta lo scorso anno. I beneficiari saranno ancora le Suore Carmelitane e Teresiane di Carpeneto e la “Flying Angels Foundation”, la Onlus genovese specializzata nel trasporto aereo dei bambini gravemente malati negli ospedali per le cure. Le suore si occupano della scuola dell’infanzia “Garrone” e della Casa di riposo “Perelli” di Carpeneto.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *