Le “Giraffe” in campo per la senologia

Visualizzazioni: 123

Le giocatrici insieme ai volontari della “Cassola Pasquali”

CASTELNUOVO SCRIVIA – I progetti e i traguardi dell’associazione castelnovese “Franca Cassola Pasquali” viaggeranno per l’Italia grazie a una guida approvata da una commissione interministeriale che si occupa di Terzo Settore e che a breve verrà data alle stampe. In tempi di Coronavirus la pubblicazione dovrà aspettare per poter essere veicolata anche nelle scuole, ma accadrà presto: si terranno incontri per promuovere e sensibilizzare sempre più uno stile di vita sano.

Quello stesso principio che, lanciato l’autunno scorso dal palco in occasione della 21^ “Giornata Franca Cassola Pasquali”, si è legato al mondo dello sport attraverso lo slogan “Giochiamoci la salute”.

Le ragazze della squadra femminile di basket dell’Autosped, che milita in A2, e che ora rispettano lo stop per emergenza sanitaria, sono le testimonial dell’ultimo percorso di prevenzione in ordine di tempo che sta toccando tutte le regioni, isole comprese.

“Le Giraffe” (nella foto) saranno accanto ai volontari dell’associazione in ogni loro manifestazione, a partire dalla vendita delle patate benefiche, che trovano nuova collaborazione con l’Aspropat, presieduto da Cesare Balsamo, da sempre vicino al sodalizio castelnovese: anche quest’iniziativa di piazza, al momento rimandata, sarà uno dei tanti messaggi che verranno lanciati alla popolazione durante l’anno fino al consueto appuntamento, che cadrà il 4 settembre. Ad inizio 2020 l’associazione ha subito un grave lutto, perdendo il suo presidente Giannino Pasquali che, in vista dell’imminente pensionamento del medico tortonese Maria Grazia Pacquola – faro per la Senologia del Santi Antonio e Margherita e punto di riferimento per i volontari della FCP – stava portando avanti insieme a lei ed alla sua équipe una serie di progetti: «Vi daremo presto conto degli ultimi sviluppi scaturiti dalla profonda collaborazione tra mio padre e la dottoressa Pacquola – spiega Helenio Pasquali, il figlio di Giannino –: idee che si concretizzeranno in una serie di ambulatori dedicati, che permetteranno di essere ancora più vicini alla gente ed ai bisogni del nostro territorio, soprattutto per quanto riguarda la salute ed in particolare la diagnosi e la cura del tumore al seno».

Alessandra Dellacà

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *