L’alto Oltrepò investe sulle ebike

Visualizzazioni: 1746

Inaugurata la nuova sede di Varzi dell’Asd Pian del Poggio

VARZI – Si è aperta domenica la nuova sede di Varzi dell’Asd Pian Poggio che promuoverà escursioni con le ebike (mountain bike con la pedalata assistita) lungo i crinali appenninici della quattro province e sulla via del Sale. Proprio da Varzi, così come avviene già a Pian del Poggio nel comune di Santa Margherita di Staffora, i turisti potranno affittare le ebike e partecipare a tour con la presenza di una guida che saranno caratterizzati da soste in alcuni ristoranti e agriturismi dell’alta Valle che hanno stipulato una convenzione con l’Asd Pian del Poggio. La giornata inaugurale ha preso il via alle ore 11 con un tour in bici lungo le strade sterrate e i sentieri che toccano le località di Pietra Gavina a Varzi e Oramala a Val di Nizza. Alla pedalata in montagna ha partecipato una trentina di persone provenienti da tutta la provincia di Pavia e non solo. Alle ore 15 c’è stato il momento inaugurale con il taglio del nastro. Oltre ai ragazzi dell’Asd di Pian del Poggio, presieduta da Alessandro Custolari, hanno partecipato tra gli altri l’onorevole Elena Lucchini, il consigliere regionale Ruggero Invernizzi, il presidente della Comunità Montana dell’Oltrepò Pavese Gianfranco Alberti, il consigliere comunale di Varzi Giovanni Palli, il consigliere comunale di Voghera William Tura, i sindaci di Santa Margherita di Staffora, Menconico, Bagnaria e Rocca Susella. Grazie all’associazione Asd Pian del Poggio il territorio dell’Alto Oltrepò sta investendo sul turismo delle ebike. “Il nostro territorio sta investendo su una nuova forma di ricettività sostenibile. – spiega il sindaco di Santa Margherita di Staffora Andrea Gandolfi – La presenza di tanti turisti appassionati di mountain bike anche stranieri rappresenta un importante indotto per le nostre strutture alberghiere e per i ristoranti.

Grazie alla creazione di un bike park a Pian del Poggio, alla nuova sede inaugurata a Varzi e ad alcuni investimenti fatti dai privati che hanno realizzato alcune piccole officine per la riparazione delle bici, stanno aumentando i flussi turistici.

Inoltre, eventi come il campionato nazionale di downhill organizzato a Pian del Poggio diventano un’importante vetrina”.

Mattia Tanzi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *