La “nuova” palestra “Primo Giauro”

Visualizzazioni: 339

La struttura di piazza Italia intitolata al cestista bronese

BRONI – Una mattinata all’insegna dello sport e del ricordo di un cestista bronese scomparso nel 2008 all’età di 54 anni, Primo Giauro, cui l’amministrazione comunale di Broni ha deciso di intitolare la palestra di piazza Italia, recentemente oggetto di interventi di riqualificazione, una volta messa da parte l’idea della demolizione dell’impianto sorto negli anni ’60 per ospitare i ragazzi delle vicine scuole. «La decisione di abbandonare il progetto che prevedeva l’abbattimento dell’edificio è arrivata perché, dopo diversi incontri con le associazioni sportive e i residenti della zona, ne abbiamo riconsiderato l’utilità. – ha spiegato il sindaco Antonio Riviezzi – A fronte di un investimento di circa 80 mila euro, la struttura ha quindi riconquistato una dimensione moderna, funzionale e adesso è legata alla figura di un grande uomo di sport, ricordato non solo per il talento, ma anche per la signorilità e la gentilezza dei modi». Tra i numerosi lavori effettuati, il più importante ha riguardato la bonifica del tetto in amianto. Giauro mette piede in campo a 17 anni, spinto da Igino Montagna, il papà del basket cittadino, e da Amleto Garanzini, allora dirigente dell’“Olimpia Milano” e bronese d’adozione. La Wunster Bergamo si accorge del “gigante buono”, offrendogli lavoro nel birrificio e un posto nella prima squadra di serie B. Da lì inizia una lunga carriera agonistica che porta Giauro a indossare le maglie della Candy Brugherio, delle Forze Armate e dalla Pallacanestro Livorno, prima dell’approdo in serie A con Fortitudo Alco Bologna e Scavolini Pesaro, per finire la sua carriera ancora nella città toscana a Il Giornalino, nel 1983. La cerimonia è stata organizzata dall’Eurobasket, la società guidata da Giuseppe Zucconi cui è affidata la gestione del rinnovato impianto. Dopo la benedizione del parroco di Broni don Mario Bonati, si sono succeduti gli interventi delle autorità, degli amici della Pielle Livorno, di Massimo Compagnoni, suo compagno di squadra e di Mauro Salvaneschi, storico avversario.

Parola, infine, a Bruno Cipolla, presidente della Pf Broni 93, la massima espressione del basket cittadino. Scoperta la targa a ricordo di Giauro, la cerimonia si è spostata in piazza Italia, per il taglio del nastro del nuovo parcheggio, dove nei mesi scorsi sono stati eseguiti interventi per circa 70 mila euro finalizzati al miglioramento urbanistico.

Franco Scabrosetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *