La guerra in Europa nelle immagini di Mario Boccia

Visualizzazioni: 23

Le foto esposte in Biblioteca. Fabio Morreale ha raccontato la sua esperienza nei Balcani

TORTONA – È stata inaugurata venerdì scorso, in Biblioteca Civica, la mostra fotografica “La Guerra in Europa 1991-2001”, dove il reporter Mario Boccia ha esposto alcune immagini scattate durante gli scontri civili scoppiati nell’ultimo decennio del secolo scorso, quando la Federazione Jugoslava si dissolse. Giornalista e fotografo specializzato in reportage d’attualità e sociali, con una grande esperienza in materia di scenari di guerra, Boccia ha offerto al pubblico un emozionante racconto della sua esperienza tramite una selezione di 30 fotografie diverse e tutte significative.

«A noi cronisti non spetta il compito di raccontare la verità o la storia ma ciò che vediamo con o- nestà intellettuale, anche a rischio di perdere il senso del generale», ha affermato il reporter.

Bambini che giocano, donne che manifestano contro la guerra, case completamente distrutte e una biblioteca colpita e incendiata (che è diventata il manifesto della mostra fotografica) sono solo alcuni dei molti momenti che Boccia ha immortalato, cercando di racchiudere in ogni suo scatto un’infinità di stati d’animo e di sguardi.

All’inaugurazione ha presenziato anche il vice sindaco Fabio Morreale (nella foto mentre taglia il nastro) che, oltre a portare i saluti del sindaco e del Comune di Tortona, ha offerto una sua personale testimonianza del periodo trascor-so nelle vesti di finanziere al confine con la Slovenia, vicino a Trieste, quando era poco più che ventenne. È ancora molto vivo in lui il ricordo di quella realtà da poter raccontare quello che vide; in particolare la giornata del 26 giugno 1991, quando la Slovenia dichiarò la propria indipendenza.

L’arrivo di numerosi soldati e carri armati incaricati di presidiare il confine è un’immagine che è rimasta vivida nella memoria di Morreale, come lo sono il timore e l’atmosfera surreale che regnava allora.

Significative anche le foto scattate dallo stesso Morreale e presentate nel suo intervento.

La mostra di Boccia rimarrà a-perta al pubblico fino al 4 dicembre, da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18.

Maddalena Baschirotto

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *