Incontro di preghiera dei giovani per Natale

Visualizzazioni: 316

Il gruppo del viaggio in Kosovo racconta la sua esperienza

Tortona – Venerdì 20 dicembre, alle ore 21, in cattedrale si terrà il tradizionale incontro del vescovo con i giovani in preparazione al Natale. Mons. Viola rivolgerà il suo augurio a tutti i presenti e a tutte le comunità giovanili della diocesi. Il Servizio diocesano per la Pastorale Giovanile propone come tema della serata l’esperienza vissuta da un gruppo di giovani lo scorso mese di agosto in Kosovo, nella casa di accoglienza di Leskoc, con il vescovo, il responsabile della Pastorale Giovanile don Cristiano Orezzi, don Massimo Bianchi parroco di Novi Ligure e il seminarista Daniele Lottari.

Da giovedì 8 a sabato 10 agosto il gruppo ha vissuto pienamente la vita della Casa e ha conosciuto la storia di Cristina e Massimo, in Kosovo da 20 anni, “creatori” di questa realtà, nata in una terra molto simile all’Italia, dove scampoli di modernità convivono con brandelli di povertà e arretratezza. La nuova Casa di Leskoc, piccolo centro nel cuore dello stato, che ha accolto i giovani, è stata inaugurata nell’ottobre del 2014, ma la missione italiana è attiva dal giugno del 1999, subito dopo la fine della guerra tra Bosnia e Kosovo e il rapido rientro della popolazione di etnia albanese dai paesi confinanti (Albania, Macedonia e Montenegro), scappata per sfuggire ai bombardamenti della Nato e alle violenze dell’esercito e, soprattutto, dei gruppi paramilitari serbi. In vent’anni di presenza, le attività sono aumentate e si sono adattate ai tempi. Il punto fermo è stato sempre l’impegno del toscano Massimo Mazzali e della trentina Cristina Giovanelli, che si sono sposati nel 2004 e sono sempre rimasti insieme ai loro figli per promuovere una ricca pluralità di attività e di progetti.

I giovani della Diocesi, provenienti dall’Oltrepò, dal Novese, dalla Val Borbera e dal Tortonese, hanno subito legato con altri giovani provenienti dall’alto Lazio, dall’Umbria e dalla Lombardia che stavano già vivendo un’esperienza di volontariato. Anche i ragazzi che abitano nella Casa e le persone che vi lavorano hanno accolto con gioia gli ospiti e hanno condiviso con loro momenti di preghiera, di comunione, di svago e di amicizia.

Le testimonianze di quella esperienza saranno al centro dell’incontro di venerdì e avranno lo scopo di raccontare e condividere la bellezza della gratuità e del servizio vissuta a contatto con i bambini, i ragazzi e le famiglie della casa di Leskoc. La Pastorale Giovanile invita i sacerdoti, i religiosi e le religiose ad accompagnare i giovani delle loro comunità in duomo, per vivere insieme questo momento di ascolto, di preghiera e di festa che apre la strada alla gioia del Natale ormai alle porte.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *