Il voto in Italia

Visualizzazioni: 3

Il 3 e 4 ottobre saranno oltre 12 milioni gli italiani chiamati al voto per rinnovare i consigli comunali delle loro città. Si voterà anche a Roma, Milano, Torino, Napoli, Bologna e Trieste, per citare i capoluoghi di regione.
Le consultazioni elettorali si svolgeranno nei giorni di domenica 3 ottobre dalle 7 alle 23 e di lunedì 4 ottobre dalle 7 alle 15, con e-ventuale ballottaggio nei comuni con più di 15 mila abitanti.

Oltrepò

Si vota in 10 paesi: 4 liste a Broni e alcuni nomi nuovi

Il 3 e il 4 ottobre si terranno le elezioni amministrative in 10 comuni dell’Oltrepò pavese.

I residenti di Broni, Brallo di Pregola, Montù Beccaria, Portalbera, Rovescala, San Cipriano Po, Torricella Verzate, Val di Nizza, Verrua Po e Zenevredo dovranno recarsi alle urne per scegliere il futuro sindaco che amministrerà per i prossimi 5 anni di mandato.

A Broni il sindaco uscente Antonio Riviezzi alla guida della lista “Unione Civica” sarà sfidato da Giusy Vinzoni (“Cambiamo Broni”), Massimo Mangiarotti (“L’Altra Broni”) e Gabriella Maga (“Grande Broni”).

Nel comune del Brallo di Pregola ci sarà soltanto una lista (“Il Brallo che vorrei”) guidata dal candidato sindaco Piergiacomo Giuliano Gualdana.

A Montù Beccaria si contenderanno la guida del municipio Sergio Imondi (“Ritroviamo Montù”) e Mary Albina Lardini (“Nuova Montù”).

A Portalbera l’ex capogruppo in maggioranza Roberto Bonacina (“Insieme per Portalbera”) sfiderà il sindaco uscente Pierluigi Bruni (“Una nuova Portalbera”).

Due liste nel comune di Rovescala dove scenderanno in campo Nicola Dellafiore (“Chi ama Rovescala”) e Marco Scabiosi (“Un futuro per Rovescala”).

Nel comune di San Cipriano al Po Marco Cassinelli (“Vivi a San Cipriano Po”) avrà come avversario Giovanni Maffoni (“Ricominciare Insieme”).

A Torricella Verzate si sfideranno per la poltrona di primo cittadino Giovanni Delbò (“Torricella per Tutti”) e Marco Sensale (“Torricella Anch’io”).

A Val di Nizza ci sarà solo il sindaco uscente Franco Campetti alla guida della lista “Insieme per Val di Nizza”.

A Verrua Po hanno deciso di scendere in campo Pierangelo Lazzari (“Insieme per Verrua”) e Filippo Boiocchi (“Orientiamo Verrua – Lista Civica”).

Infine, nel comune di Zenevredo ci sarà la sola lista

“Concentrazione Democratica” guidata dal candidato sindaco Antonio Pizzi.

Mattia Tanzi

Novese e Genovesato

5 centri coinvolti: ad Arquata sfida a 3

Si avvicina la data delle elezioni amministrative.

Tra i comuni interessati dalla tornata del 3 e 4 ottobre, ce ne sono diversi anche nell’Alessandrino e nel Genovesato. Ad Arquata Scrivia, paese di circa 6000 abitanti, sarà corsa a 3, con il sindaco uscente Alberto Basso che si presenta per un secondo mandato a capo della lista civica di area di Centrodestra “Viviamo Arquata”. Il principale sfidante sarà Federico Braini, della lista civica “Noi per Arquata” che fa riferimento a un’area di Centrosinistra. L’outsider sarà Enzo Guerra, a capo della lista “Noi per Arquata”. A Sant’Agata Fossili, che di residenti ne conta appena 367, il primo cittadino uscente Diego Camatti si ripresenterà a capo della lista civica “Uniti per Sant’Agata”. A sfidarlo saranno in due. Pasquale Bonanno sarà alla guida della lista “Per un nuovo umanesimo – Partito valore umano”, mentre Lidia Ancarani sarà la candidata per “Giovani insieme per Sant’Agata”.

In Liguria saranno invece 52 i comuni chiamati al voto. Tra questi ce ne sono tre, molto piccoli, che fanno parte della diocesi tortonese: Rondanina, il centro abitato meno popoloso della regione, Propata e Valbrevenna che ha due frazioni (Tonno e Nenno) sul territorio diocesano. A Rondanina sono due le liste in campo: “Rinascere insieme” con Manuela Elisabetta Sala e “Insieme per Propata” con Massimiliano Storelli. Due anche a Rondanina: da una parte “Innovazione progresso Rondanina”, guidata da Gaetanino Giovanni Tufaro e dall’altra “Rondanina per noi” con a capo Claudio Agostino Casazza. A Valbrevenna a sfidare il sindaco uscente Michele Brassesco sarà Piero Nugai.

Luca Lovelli

TORTONESE

Castelnuovo e Pontecurone in evidenza

Sono 4 i comuni del Tortonese in cui si rinnovano in questa tornata sindaco e consiglio comunale: per numero di abitanti, in ordine, Castelnuovo Scrivia, Pontecurone, Isola Sant’Antonio, Monleale.

Nei primi due si sono presentate 2 liste, nei secondi 1 soltanto.

A Castelnuovo corre per un possibile secondo mandato il sindaco uscente Gianni Tagliani. Per lui sarebbe addirittura la quarta elezione come sindaco, in caso di vittoria, considerando i primi due mandati svolti e intervallati da una tornata come vicesindaco prima dell’ultima. A sfidarlo, si ripropone per la terza volta consecutiva Giovanni Ferrari, da tre tornate capo dell’opposizione in consiglio comunale. A Pontecurone c’è uno scambio di ruoli nell’amministrazione uscente, con il sindaco Rino Feltri che si propone solo come consigliere, lasciando il ruolo di primo piano all’attuale vice, Valentino D’Amato. La sfida non è del tutto inedita poiché nella lista concorrente si candida Ernesto Nobile, che nel 2011 ebbe la meglio sulla lista di Feltri e nel 2016 ne fu invece sconfitto. Già deciso nel segno della continuità invece il futuro dei due centri di minori dimensioni. In entrambi i casi si presenta una sola lista, guidata dal sindaco uscente: Paola Massa a Monleale e Cristian Scotti ad Isola Sant’Antonio.

Stefano Brocchetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *