Il saluto del vescovo all’Unitre cittadina

Visualizzazioni: 45

La conferenza sulla Pasqua

TORTONA – Guardava alla Pasqua la conferenza settimanale dell’Unitre che si è svolta venerdì 22 marzo nella sala della Fondazione CRT, sempre generosa ospite. Il relatore, don Claudio Baldi ha parlato del viaggio che Paolo VI fece in Terrasanta dal 4 al 6 gennaio 1964, circa sei mesi dopo la sua elezione al soglio pontificio, mentre il Concilio era in pieno svolgimento. Ha esordito richiamando altri viaggi compiuti dai papi fin dalla storia antica per mettere in evidenza il carattere pastorale dei viaggi papali contemporanei, proprio a partire da quello di Paolo VI, il primo a uscire dall’Italia dopo il 1870. Ha, soprattutto, sottolineato il senso dei loro viaggi: costruire ponti, stringere legami fraterni, tessere relazioni tra Roma e il mondo, per portare a tutti il Vangelo nel quale è annunciata la salvezza per gli uomini. Al termine c’è stata la graditissima visita del vescovo Mons. Guido Marini che ha portato il suo saluto a tutti i presenti e ha ricordato i significati della Pasqua. Passaggio della misericordia di Dio tra noi, che ci permette di sperimentare la Sua provvidenza, di aprirci alla dimensione delle cose divine, di liberarci dalla schiavitù per la vera libertà e la pienezza della vita nuova. TORTONA- Guardava alla Pasqua la conferenza settimanale dell’Unitre che si è svolta venerdì 22 marzo nella sala della Fondazione CRT, sempre generosa ospite. Il relatore, don Claudio Baldi ha parlato del viaggio che Paolo VI fece in Terrasanta dal 4 al 6 gennaio 1964, circa sei mesi dopo la sua elezione al soglio pontificio, mentre il Concilio era in pieno svolgimento. Ha esordito richiamando altri viaggi compiuti dai papi fin dalla storia antica per mettere in evidenza il carattere pastorale dei viaggi papali contemporanei, proprio a partire da quello di Paolo VI, il primo a uscire dall’Italia dopo il 1870. Ha, soprattutto, sottolineato il senso dei loro viaggi: costruire ponti, stringere legaParole che aiuteranno a incidere più profondamente nella memoria e nel cuore dei partecipanti l’incontro di venerdì.

Gianni Castagnello

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *