Il compagno di ordinazione sacerdotale. «Quando entrò in seminario disse: sono qui per farmi santo!»

Visualizzazioni: 148

Don Marco Fazio è stato ordinato sacerdote nel 1989, lo stesso anno di Mons. Guido Marini.

«Mi chiamo don Marco Fazio e sono sacerdote e parroco della Diocesi di Genova. Sono compagno di Ordinazione di Sua Eccellenza Monsignor Guido e ho frequentato insieme a lui il seminario arcivescovile di Genova. Ricordo ancora il primo giorno in cui conobbi il vostro vescovo: ci siamo presentati in un incontro con tutti i nuovi entrati e ricordo ancora le parole che disse: «Sono qui per farmi santo!».

Penso di poter affermare che sempre ha cercato di realizzare questo impegno nella sua vita e nel rapporto con le persone. Sono fiero della sua amicizia che ci ha stretto nel cammino verso il sacerdozio e non posso dimenticare l’aiuto che ha dato a tanti di noi con i preziosi appunti che trascriveva nelle lezioni di Teologia.

Per tre anni abbiamo condiviso un incarico particolare vicino al compianto Cardinale Giuseppe Siri: io ero il crocifero e lui il caudatario (colui che sostiene la Cappa magna) nelle funzioni pontificali in cattedrale.

Dopo è arrivata l’ordinazione sacerdotale avvenuta per volontà del Cardinale Giovanni Canestri in giorni diversi per celebrarla nelle nostre parrocchie di origine: io sono stato ordinato a Recco il 14 gennaio, don Franco Buono a Quezzi il 21 gennaio, don Claudio Valente a San Rocco di Principe il 28 gennaio e Monsignor Guido nella chiesa della Maddalena il 4 febbraio 1989.

Dopo l’incarico di segretario particolare di tre arcivescovi e vari uffici in curia e in cattedrale, con grande gioia è stato chiamato da Papa Benedetto XVI all’incarico di Maestro delle Cerimonie pontificie. Mi ha sempre accolto a Roma in tante occasioni e abbiamo condiviso momenti di fede e gioiosi.

Non posso dimenticare, con grande emozione, di avermi fatto presiedere alla Celebrazione Eucaristica nella cappella Paolina in Vaticano il giorno del venticinquesimo anniversario della nostra ordinazione.

Quando è giunta la notizia della sua elezione a vescovo di Tortona mi sono rallegrato con lui e oltre a chiedermi di pregare per lui, mi ha confidato che il suo primo impegno sarà quello di volere bene ai suoi sacerdoti. Sono certo che potrà fare molto bene e portare avanti il suo cammino di santificazione».

(nella foto di copertina: Don Marco Fazio e don Guido Marini con Giovanni Paolo II)

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *