Covid-Hospital quasi al completo

Visualizzazioni: 41

La foto che ha fatto il giro del web: quella fila di ambulanze che di notte sono andate da Torino a Tortona dove i contagi sono ancora sotto controllo

L’immagine della fila delle ambulanze che nella serata di mercoledì 4 novembre sono arrivate da Torino all’ospedale di Tortona ha fatto il giro dei media nazionali come simbolo della seconda ondata di Covid, ma questa volta la città assurge agli onori delle cronache senza che sul suo territorio la diffusione del virus per ora sia fuori controllo.

I dati evidenziano, infatti, un rapporto di circa 1 contagiato ogni 1000 abitanti, una percentuale più bassa della media regionale e anche di tutti i singoli centri zona della provincia di Alessandria.

Tortona però è nelle cronache nazionali perché ancora una volta l’ospedale locale è stato inserito nelle strutture per la sola cura del virus e l’emergenza assoluta che sta attraversando la sanità torinese ha fatto condurre qui moltissimi pazienti dal capoluogo di regione. Il nosocomio, in meno di una settimana, è pressoché giunto alla saturazione dei posti disponibili. Da lunedì 2 novembre nel giro di un paio di giorni si è passati dai circa 40 pazienti ricoverati, di cui solo 3 residenti sul territorio dei comuni che afferiscono al locale ospedale, agli attuali 107 posti letto occupati, pressoché la totalità, salvo una dozzina di posti. E in massima parte i pazienti provengono da Torino.

Al disagio dell’utenza, che si trova costretta a rivolgersi ad altre strutture della provincia, come ad esempio l’ospedale di Novi Ligure, oppure a Voghera, fuori regione, con conseguente aggravio dei costi per le casse pubbliche del Piemonte, si aggiunge la presenza di 68 pazienti Covid al “San Giacomo” di Novi (dati di martedì), che quindi ha difficoltà a curare le altre patologie, finendo per dismettere o trasferire malati che sono anche tortonesi. Situazione complessa, quindi, che perdurerà finché l’emergenza non cesserà.

Stefano Brocchetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *