Beata Maria Crocifissa

Visualizzazioni: 91

Il 4 luglio ricorre la memoria liturgica della Beata Maria Crocifissa Curcio, religiosa italiana fondatrice della congregazione delle Carmelitane Missionarie di Santa Teresa del Bambin Gesù, beatificata il 13 novembre 2005 da Papa Benedetto XVI. La Beata, battezzata con il nome di Rosa, nacque a Ispica in provincia di Ragusa, nella diocesi di Noto, il 30 gennaio 1877, settima di dieci fi-gli, in un ambiente familiare culturalmente e socialmente elevato. Aveva un’intelligenza vivace, un carattere allegro e determinato e mostrava una grande solidarietà verso i più deboli e i poveri.

A causa della severa educazione ricevuta non le fu possibile proseguire gli studi oltre la sesta elementare, ma cercò di accrescere la sua cultura leggendo i libri della biblioteca familiare, dove trovò la “Vita di Santa Teresa di Gesù” che le fece conoscere e amare il Carmelo, aprendola allo “studio delle cose celesti”. Nel 1890, all’età di 13 anni, ottenne con difficoltà di iscriversi al terz’Ordine Carmelitano, da poco ricostituito a Ispica. Volendo condividere l’ideale di un Carmelo missionario che unisse alla dimensione contemplativa anche quella apostolica, iniziò una prima esperienza di vita comune con alcune compagne terziarie in una delle case paterne, poi si trasferì a Modica, dove le fu affidata la direzione di una struttura per l’accoglienza di ragazze orfane o bisognose. Dopo molti anni di prove, finalmente, trovò un sostenitore del suo progetto nel missionario in Padre Lorenzo van den Eerenbeemt, appartenente all’Ordine Carmelitano dell’Antica Osservanza. Con lui si recò a Roma il 17 maggio 1925 per la canonizzazione di Santa Teresa di Gesù Bambino e poi visitò Santa Marinella, sulla costa laziale a nord di Ro-ma. Rimase profondamente colpita dalla bellezza naturale di questa zona, ma anche dall’estrema povertà della gran parte dei suoi abitanti e capì di aver trovato la sua dimora. Ottenuto un permesso dal vescovo della diocesi di Porto Santa Rufina, il 3 luglio 1925 si stabilì a S. Marinella e il successivo 16 luglio ricevette il decreto di affiliazione della sua piccola comunità all’Ordine Carmelitano, sigillando così la sua appartenenza a Maria nel Carmelo. Nel 1930, dopo varie sofferenze ottenne il riconoscimento della Chiesa per la nascita della congregazione delle Carmelitane Missionarie di Santa Teresa del Bambin Gesù come istituto di diritto diocesano. Esortava le suore ad “amare santamente le anime giovani, speranze dell’avvenire”.

Morì il 4 luglio 1957, a 80 anni, a Santa Marinella.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *