Arriva il netturbino di quartiere per pulire la città

Visualizzazioni: 43

In consiglio comunale Fabio Morreale ha illustrato l’attività di Gestione Ambiente contro l’abbandono dei rifiuti

TORTONA – Un ordine del giorno costituito da alcune interpellanze e mozioni – due di minoranza e due di maggioranza – e da una delibera di urbanistica da votare, insieme a un’altra per mettere a bilancio le spese per una causa in tribunale: questo il riassunto dell’ultimo consiglio comunale di Tortona di giovedì scorso. Durante la seduta è stata definita la presa in carico delle opere di urbanizzazione primaria che interessano uno dei nuovi insediamenti, realizzati per la logistica, in frazione Torre Garofoli. Queste opere, accertata la regolare esecuzione dei lavori previsti dalla convenzione, riguardano l’allacciamento alla rete dell’acquedotto, alle reti fognaria, telefonica ed elettrica e all’illuminazione pubblica, la realizzazione di un parcheggio pubblico, della segnaletica, di aree verdi e di una nuova strada di accesso, già prevista dal piano regolatore. La delibera, illustrata dal vicesindaco assessore all’Urbanistica Fabio Morreale, è stata approvata con i voti della maggioranza, si è astenuta l’opposizione; stesse modalità anche per la delibera riguardante il debito fuori bilancio di 19.227 euro per una causa giudiziaria che ha visto il Comune soccombente. Dalla minoranza, il M5s ha presentato un’interpellanza sui temi del decoro urbano, della raccolta rifiuti e della pulizia della città. «La città è sporca – ha affermato il consigliere M5s Pino Cuniolo– si trovano ovunque cestini pieni e rifiuti abbandonati, il manto di strade e marciapiedi è degradato con buche pericolose, cartelli stradali piegati, dissuasori di velocità deteriorati, oltre al degrado causato da lavori mai ultimati. Se è vero che i cittadini dovrebbero meglio rispettare le regole, l’amministrazione però dovrebbe intervenire correttamente a rimuovere lo stato d’incuria in cui versa la nostra città». La risposta del vicesindaco Morreale ha riassunto la collaborazione con la società Gestione Ambiente, affidataria del servizio di raccolta e trasporto rifiuti, per ottimizzare il nuovo servizio di raccolta differenziata, con il metodo così detto “porta a porta” e i dati sulle sanzioni per abbandono di rifiuti: 37 in un anno oltre all’individuazione di 1.544 posizioni da controllare su di un totale di complessive 12.150 per l’iscrizione a ruolo, con 508 già individuate. Ha poi sottolineato «l’intensificazione del servizio di pulizia, anche tramite un potenziamento delle attività nel centro storico, introducendo la figura del netturbino di quartiere e introducendo un servizio di lavaggio portici settimanale». La viabilità modificata nella zona di via Brigata, con l’introduzione del senso unico e l’impatto del traffico e dell’eventuale inquinamento sulle vie limitrofe, è stata presentata dal primo firmatario, Gianluca Bardone di Italia Viva; a rispondere è stato l’assessore competente Luigi Bonetti, che ha illustrato le ragioni della scelta, dettata in particolare dalla poca visibilità dell’incrocio, situato tra la via in questione e corso Alessandria, e dalla necessità di mettere in sicurezza l’accesso all’asilo da via Trento, confermando qualche disagio solo per chi proviene dal sottopasso di corso Alessandria e non escludendo piccole modifiche. Approvato dalla maggioranza, con minoranza astenuta, l’ordine del giorno di Forza Italia presentato dal capogruppo Pierpaolo Cortesi sul progetto “Vieni a vivere a Tortona”, per attirare nuovi residenti in città; unanimità, invece, sulla mozione della Lega, illustrata dal primo firmatario Nicolò Castellini sul “no” al parco eolico sul Monte Giarolo.

Stefano Brocchetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *