Aperto l’Anno Giudiziario a Genova

Visualizzazioni: 46

Il 3 febbraio l’inaugurazione del Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano della Liguria

GENOVA- Sabato 3 febbraio a Genova si è svolta l’inaugurazione del nuovo Anno Giudiziario del Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano Ligure. Alle ore 10 in Cattedrale Mons. Giampio Devasini, vescovo di Chiavari, ha celebrato la S. Messa; alle ore 11 nel salone dell’Episcopio mons. Mario Novara, Vicario Giudiziale, ha illustrato l’attività svolta nel 2023. Don Gianfranco Calabrese, Vicario Episcopale per l’annuncio del Vangelo e per la missionarietà, è intervenuto sul tema “Il Tribunale Ecclesiastico come strumento di evangelizzazione”. È intervenuto anche l’arcivescovo di Genova, Mons. Marco Tasca, moderatore del Tribunale. Era presente Mons. Luigi Ernesto Palletti, vescovo di Spezia-Sarzana-Brugnato. Nella sua relazione, mons. Mario Novara ha spiegato che sono 75 le nuove cause di nullità matrimoniale presentate nel 2023, 9 in meno rispetto alle 84 del 2022. «Questo calo rappresenta una tendenza lenta, – ha detto il vicario giudiziale – ma ormai costante negli anni, che ha la sua principale motivazione anzitutto sia nel calo demografico sia nella diminuzione della diffusione della sensibilità religiosa». La maggior parte delle cause di nullità matrimoniale riguardano i problemi di carattere psichico, neurologico, o di cosiddetta “grave immaturità”. Il più delle volte il processo si conclude in un anno, poi ci sono le nullità express, introdotte da papa Francesco, se c’è consenso tra i coniugi e non è necessaria un’inchiesta: in questo caso, il processo può concludersi in pochi mesi e sono stati quattro i casi di questo tipo in Liguria nel 2023. Era assente perché impegnato in una celebrazione eucaristica con il vescovo, don Gino Bava, vicario giudiziale della Diocesi di Tortona.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *