Addio a Edgardo Rovati

Visualizzazioni: 925

Lutto nel mondo del vino dell’Oltrepò

BRONI – Il mondo del vino oltrepadano piange la morte di Edgardo Rovati, avvenuta lo scorso 29 giugno. Classe 1937, bronese di origine, è stato il primo direttore del Consorzio Tutela vini Oltrepò Pavese, incarico mantenuto per quasi quarant’anni.

Nel 1957 aveva conseguito il diploma in Enologia alla prestigiosa scuola di Alba e aveva iniziato a lavorare in Oltrepò come consulente di alcune aziende vitivinicole, tra cui “Le Fracce”, stringendo una grande amicizia con Ferdinando Bussolera. Poi, negli anni Settanta, il duca Antonio Denari e Giovanni Ballabio lo vollero al loro fianco alla guida del neonato Consorzio di Tutela vini: Rovati fu nominato direttore, mantenendo quel ruolo fino alla pensione.

Negli anni successivi, per la grande esperienza maturata nel settore, fu chiamato come consulente dai direttori del Consorzio che gli so-no succeduti, Fabio Lombardi e Carlo Alberto Panont, fino a quando, 15 anni fa, decise di ritirarsi a vita privata. «Mio padre era orgoglioso dell’Oltrepò Pavese. – ricorda il figlio Alberto – Ha coltivato personalmente i rapporti con tutti produttori consorziati, ha cresciuto tanti giovani enologi, ha lavorato con grandi nomi del vino locale come Mario Maffi, Francesco Cervetti, Riccardo Ottina, Fabrizio Marfi, Aldo Venco, ma il legame più forte era quello con Carlo Boatti e con la famiglia di “Monsupello”, per cui provava una stima e un’amicizia infinite». Oltre al figlio Alberto, Edgardo Rovati ha lasciato la moglie Maria Luisa.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *