Tre cantieri in 12 km: bisogna fare lo “slalom”

Visualizzazioni: 33

Traffico paralizzato tra Pavia e Broni e treni sospesi

STRADELLA – Tre cantieri in dodici chilometri che stanno paralizzando il traffico da Pavia e Milano verso l’Oltrepò pavese e viceversa. La ripresa delle opere pubbliche dopo il lockdown ha accumulato diversi interventi che erano stati interrotti a causa dell’emergenza sanitaria e che, ora, almeno sulla ex 617 Bronese, sono ripartiti contemporaneamente con inevitabili disagi per i lavoratori, ma anche per i turisti che, di ritorno da un fine settimana sulle colline oltrepadane, si ritrovano in coda, anche per venti minuti sul ponte della Becca per fare ritorno a casa.

Partendo dall’Oltrepò orientale, il primo cantiere che si incontra è quello sul viadotto che porta al casello autostradale Broni-Stradella della A21: qui la società Satap, che gestisce il tronco autostradale, dopo i lavori di consolidamento statico della struttura, sta effettuando quelli di pulizia e di rifacimento dei cordoli del cavalcavia, per poi passare all’asfaltatura del manto stradale.

Più avanti, nella frazione Tornello di Mezzanino, Pavia Acque ha avviato un intervento per il rifacimento di un tratto della rete fognaria sempre lungo la statale ed è stato necessario realizzare un cantiere in una parte della carreggiata per il taglio dell’asfalto.

Infine, c’è il ponte della Becca, dove sono in corso interventi di manutenzione e consolidamento della struttura in ferro. In tutti e tre i casi, per regolare la viabilità, visto che i cantieri si allargavano sulla carreggiata, sono stati istituiti dei sensi unici alternati regolati da impianti semaforici, in funzione 24 ore su 24. Inevitabili le code e i disagi in tutto il tratto per i viaggiatori.

E i problemi potrebbero durare ancora per molto tempo: il cantiere sull’autostrada, secondo l’ordinanza emessa dalla Provincia, dovrebbe terminare entro il 18 ottobre, mentre per quello al ponte della Becca se ne riparla a febbraio del 2021; per quanto riguarda la rete fognaria, invece, i lavori, che dovevano terminare entro il 10 luglio, si protrarranno ancora per qualche settimana. Il timore è che, oltre ai disagi per il turismo estivo, gli interventi si ripercuotano sulla ripresa delle attività scolastiche. A questi problemi si aggiungono quelli che, fino a settembre, riguarderanno i lavori di potenziamento della linea ferroviaria Stradella-Pavia-Milano, che hanno portato alla sospensione del traffico dei treni nella tratta Broni-Bressana con l’istituzione di corse sostitutive con autobus.

Oliviero Maggi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *