Si riattiva la frana sulla Provinciale 203

Visualizzazioni: 26

Lo smottamento tra Colli Verdi e Fortunago

COLLI VERDI – Peggiora la frana della provinciale 203 che collega Fortunago a Ruino nel comune di Colli Verdi ma la Provincia darà il via a breve ad un intervento di risanamento. Il dissesto che si è verificato circa un anno fa, a ridosso della frazione di Torre degli Alberi, con le forti precipitazioni nevose prima e la pioggia di cinque giorni di fila, si è rimesso in movimento andando a investire parte della strada dove in questo momento si viaggia solo a senso unico alternato. Non senza problemi perché gli automobilisti sono costretti a fare lo slalom tra il fango e un torrente d’acqua che si riversa sulla carreggiata a causa dei terreni sovrastanti che sono impregnati e continuano a liberare materiale fangoso. La criticità di Colli Verdi si va dunque ad aggiungere a quelle già note di Godiasco, Val di Nizza, Menconico, Bagnaria e Santa Margherita di Staffora, dove il dissesto idrogeologico ha creato i maggiori problemi.

La frana di Torre degli Alberi era scivolata a valle nella notte del 3 dicembre 2019 ed erano stati alcuni abitanti della zona a segnalare al Comune la presenza di terra, sassi e alberi che erano finiti sulla carreggiata. Il presidente della Provincia di Pavia, Vittorio Poma, assicura sulla ripresa dei lavori che erano stati sospesi proprio a causa del maltempo, le copiose nevicate prima e la pioggia dopo. Gli operai torneranno all’opera per completare l’intervento di risanamento nell’arco di un mese in modo tale da garantire al meglio la viabilità e permettere agli abitanti di questa zona di muoversi senza problemi.

La Provincia ha stanziato una somma di 500 mila euro non solo per questa frana ma per la messa in sicurezza di tre punti della 203: oltre a Colli Verdi si interverrà anche a Fortunago e Borgoratto Mormorolo.

Intanto, hanno preso il via i lavori di taglio delle piante e dei rami che, a causa del peso della neve caduta nei giorni scorsi, si sono riversati pericolosamente a ridosso di numerose strade provinciali.

Mattia Tanzi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *