Santa Margherita Bays

Visualizzazioni: 120

Il 27 giugno, dallo scorso anno, la Chiesa venera tra i santi la svizzera Margherita Bays, canonizzata il 13 ottobre 2019 da Papa Francesco. Nacque l’8 settembre 1815 nella frazione La Pierraz, a Siviriez, nel Cantone di Friburgo in Svizzera, seconda di sette figli in una famiglia di agricoltori.

Verso i 15 anni imparò a fare la sarta, mestiere che esercitò per tutta la vita. Esclusa la possibilità di consacrarsi come religiosa, Margherita preferì rimanere nubile dedicandosi alla famiglia e alla parrocchia.

Nel 1860 il fratello Claude, che dirigeva la fattoria di famiglia, sposò Josette una delle domestiche di casa, che manifestò subito la sua antipatia per la santa, la quale, al contrario continuò a servire la famiglia sopportando con carità le ingiurie. Il suo atteggiamento portò alla fine la cognata a chiederle perdono e a riappacificarsi con lei.

Anche con gli altri membri del-la famiglia Margherita fu sempre paziente: accolse la sorella rientrata a casa dopo un matrimonio fallito, un fratello finito in prigione e un nipote nato fuori dal matrimonio della cui educazione si occupò lei.

Ogni giorno partecipava alla Messa, il momento più importante della sua giornata e la domenica si fermava a lungo in adorazione, pregava la Via Crucis e recitava il rosario.

Si dedicò in parrocchia all’istruzione religiosa dei bambini, insegnando loro il catechismo e delle giovani ragazze, preparandole alla futura condizione di spose e madri.

Aiutava i poveri e visitava i malati e i moribondi. Nel 1853 le fu diagnosticato un tumore intestinale. Chiese alla Madonna di guarirla da quella malattia ma allo stesso tempo di sostituirla con sofferenze che la facessero partecipare alla Passione di Gesù. Guarì l’8 dicembre 1854, nel giorno in cui Pio IX proclamava il doma dell’Immacolata Concezione. Da allora ricevette le stigmate, la cui origine mistica fu dichiarata dal vescovo di Losanna e Ginevra, dopo gli opportuni esami medici, e le portò fino alla morte. Nel suo corpo apparvero le cinque piaghe del Crocifisso e ogni venerdì alle ore 15, e per tutta la Settimana Santa, Margherita riviveva le sofferenze di Gesù dal Getsemani al Calvario. Nel 1860 entrò nel Terz’Ordine Francescano. Margherita sopportò dolori sempre più intensi e morì il 27 giugno 1879, festa del Sacro Cuore; le sue spoglie so-no nella chiesa parrocchiale di Siviriez. Fu beatificata il 29 ottobre 1995. Il miracolo per la canonizzazione è stato quello di una bambina di due anni, rimasta illesa dopo essere finita sotto le ruote di un trattore.

Daniela Catalano

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *