Più di 2 tonnellate di cibo donate ai poveri dell’Ucraina

Visualizzazioni: 39

Con la “Casa del Giovane” il secondo viaggio a Leopoli per aiutare la missione orionina

NOVI LIGURE – Giovedì 25 aprile 7 volontari hanno raggiunto per la seconda volta Leopoli in Ucraina per consegnare alle famiglie tutto il cibo raccolto grazie alla generosità di molti cittadini di buon cuore. Già lo scorso anno la “Casa del Giovane della Comunità pastorale “Santa Teresa di Calcutta” di Novi Ligure, insieme ad altri enti e associazioni di volontariato, aveva organizzato un’analoga raccolta di alimenti a lunga conservazione e di prima necessità (pasta, riso, farina, olio, tonno, legumi, sughi, ecc…) a favore delle comunità di Lviv e Kyijv affidate all’Opera Don Orione, presente da diversi anni nell’Europa dell’Est. Gli aiuti raccolti anche questa volta sono stati affidati a don Egidio Montanari, dell’Opera don Orione, missionario a Leopoli. Federica Riccardi In un video-messaggio durante questo secondo viaggio, don Egidio ha espresso gratitudine a tutti i volontari che hanno portato ben 2.300 Kg (più di 2 tonnellate) di generi alimentari da distribuire ai circa 250 poveri che quotidianamente sono accolti dal “Centro della Divina Provvidenza”.

«Voglio ringraziare di cuore tutti voi, i gruppi e le associazioni che hanno collaborato alla raccolta. – ha detto il sacerdote – È bella questa collaborazione tra Italia e Ucraina: ci sono persone che costruiscono frontiere e barriere, invece, noi costruiamo amicizia e solidarietà». Il novese Stefano Gabriele, che ha guidato la “spedizione”, prima di tornare ha voluto ricordare quanti si sono prodigati alla raccolta: «A nome di tutti i presenti ma anche di quelli che avevano partecipato alla missione dell’anno scorso, rimasti lontani in Italia ma sicuramente vicini a noi nel pensiero e nel cuore, esprimo i miei profondi ringraziamenti, in particolare al Comune di Novi Ligure come patrocinatore, alla “Casa del Giovane” con la Comunità Pastorale novese “Santa Teresa di Calcutta”, alla sezione novese della Croce Rossa Italiana, alla Caritas Diocesana, al gruppo degli Alpini di Novi e Basaluzzo, al gruppo “Amici solidali”, al Movimento laicale orionino di Tortona, al gruppo ex allievi del “San Giorgio” e ai bambini delle scuole di Fresonara». Per quanti volessero ancora fare una donazione o avere ulteriori informazioni sulle prossime iniziative è possibile telefonare (cell. 335 5461997).

Vittorio Daghino

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *