“Milan Junior Camp”: la vacanza “rossonera” a Casalnoceto

Visualizzazioni: 54

Dal 27 giugno al 1° luglio al via l’esperienza nata dalla collaborazione tra Comune e Club

CASALNOCETO – Una vacanza rossonera all’insegna dello sport e dell’aggregazione è quella che si svolgerà dal 27 giugno al 1° luglio. Cento giovani (dai 6 ai 16 anni) appassionati di calcio ma anche neofiti, provenienti dal Piemonte, ma anche da Lombardia, Emilia Romagna e Liguria, parteciperanno alla prima edizione del “Milan Junior Camp”.

Si tratta di un’esperienza unica, che la Milan Academy, coi suoi dieci tecnici allenatori (guidati da Danilo Tedoldi, responsabile Milan Camp e di diciotto scuole Milan nel nord Italia), farà vivere in questo centro che conta 950 abitanti, ma che, grazie a questa opportunità, avrà numerosi “residenti gravitanti” in più rispetto, con un’importante ricaduta turistica sul territorio. L’idea di portare il format promosso dal Milan, uno dei club più titolati al mondo nell’organizzazione dei camp estivi rossoneri, è del casalnocetese Marco Sartori, tecnico ufficiale Uefa B, già coinvolto in questa esperienza ad Antey-Saint-André, in Valle d’Aosta: «Questo camp è un punto di partenza per la società Asd Casalnoceto. Abbiamo in mente progetti ambiziosi, sempre facendo un passo alla volta. Vorremmo creare un settore giovanile a Casalnoceto». Orgogliosi di questa prima edizione sono il sindaco Giuseppe Cetta e il suo vice, Silvia Figini, che ha anche la delega allo Sport. Quest’ultima ha ricevuto i complimenti dai referenti Ac Milan Danilo Tedoldi e Gianfranco Pusceddu, in quanto “vero motore dell’iniziativa”. «È un onore per un piccolo comune come Casalnoceto ospitare il Milan. – ha dichiarato Silvia Figini – Abbiamo la possibilità di fare conoscere a cento famiglie provenienti anche da lontano la nostra realtà sportiva, culturale e sociale e lo vogliamo fare nel modo più inclusivo possibile, attraverso lo sport». «Divertimento, educazione e inclusione – ha rimarcato Tedoldi – sono i concetti chiave che accompagneranno il camp». Le attività calcistiche prevedono allenamenti giornalieri divertenti e coinvolgenti, ed è previsto anche un corso di formazione avanzato per portieri. Alla conferenza stampa di presentazione (nella foto) c’erano i presidenti Aiac della provincia di Pavia e di Alessandria, il dirigente del Coni, Luciano Cremonesi e Gianni Baldin del Comitato Regionale Figc Piemonte e Valle d’Aosta.

Alessandra Dellacà

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *