Due strade pericolose da mettere in sicurezza

Visualizzazioni: 82

La Provincia conferma gli interventi per arginare i movimenti franosi

MONTECALVO VERSIGGIA – Prosegue l’impegno della Provincia per il risanamento dei movimenti franosi che interessano alcune strade in Oltrepò orientale, causando crepe e cedimenti. L’amministrazione provinciale ha approvato un progetto da 158 mila euro, finanziato con fondi interni al bilancio di Piazza Italia, per la messa in sicurezza di due tratti di strada sull’Oltrepò collinare, la sp 201 “Stradella-Zavattarello”, nel Comune di Montecalvo Versiggia, in alta valle Versa, e la sp 127 che da Rovescala porta al confine con la provincia di Piacenza, che sono i due punti che i tecnici hanno ritenuto più bisognosi di un intervento di sistemazione definitiva.

Il tratto di strada a Montecalvo, nei pressi del cimitero comunale e nel-le curve successive, è interessato da un cedimento causato dallo scivolamento del terreno, che ha portato a sua volta allo sgretolamento della scarpata e della massicciata al di sotto della carreggiata. L’intervento prevede la realizzazione di un muretto sostenuto da palificazioni e con canali di scolo per assicurare il deflusso delle acque e la riduzione dei carichi sul terreno, evitando nuovi cedimenti.

Sulla sp 127, invece, si è formato un avvallamento del manto stradale per circa 15 metri, che interessa una parte della carreggiata: in questo caso si dovrà intervenire con un riempimento dell’avvallamento, utilizzando dei mezzi meccanici, la posa di uno strato di asfalto e la realizzazione della nuova segnaletica orizzontale.

Nei giorni scorsi l’amministrazione provinciale ha avviato la procedura di assegnazione dell’appalto: le offerte per partecipare alla gara dovranno pervenire alla sede della Provincia entro le 11 del 3 giugno, mentre l’affidamento dei lavori avverrà con il criterio del prezzo più basso. Poi i lavori dovranno essere realizzati entro 4 mesi dall’assegnazione: si partirà prima dall’intervento a Montecalvo Versiggia, dove è stato rilevamento il cedimento maggiore e dove si rende necessario agire con più urgenza.

Successivamente, al momento del-la partenza dei lavori, saranno predisposte delle ordinanze viabilisti-

che per garantire l’esecuzione in sicurezza delle opere ed evitare nello stesso tempo l’interruzione del traffico. Nonostante il momento di emergenza, così, l’amministrazione provinciale conferma l’investimento di risorse di bilancio per intervenire su uno dei problemi maggiori ovvero la presenza di movimenti franosi che coinvolgono la viabilità locale.

Oliviero Maggi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *