Domani, a mezzogiorno, le campane suoneranno a distesa

Visualizzazioni: 1044

Nella Domenica di Pasqua il Vescovo Vittorio ha chiesto che tutte le nostre Chiese suonino a distesa, a mezzogiorno, mentre ci uniamo alla preghiera del Regina coeli con il Santo Padre. Nel silenzio che in questi giorni abita le vie delle nostre città e dei nostri paesi, il Vescovo desidera con questo segno far giungere a tutti il più sincero augurio per una santa Pasqua.

A volte i nostri “campanili” sono diventati simbolo di rivendicazioni identitarie poco disponibili al dialogo e alla condivisione: riempire le nostre città e i nostri paesi, le valli e la pianura, con il suono delle nostre campane in un unico grande concerto, tutti insieme, nello stesso momento, nel giorno che è il fondamento della nostra comunione, vuole essere segno di unità, di speranza e di festa.

Il motivo della festa è la risurrezione del Signore. Sulla croce ha raccolto tutta la nostra sofferenza, anche quella di questi giorni: la sua risurrezione è per noi il dono di quella pienezza di vita e di amore di cui abbiamo un desiderio infinito.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *