Caputi ha acquistato le Terme di Salice

Visualizzazioni: 32

Dopo 4 aste senza esito, il presidente di Federterme si è aggiudicato l’intero complesso

SALICE TERME – L’ingegnere Massimo Caputi, presidente di Federterme e proprietario delle Terme di Chianciano e di Saturnia, da martedì è il nuovo proprietario delle Terme di Salice. Dopo quattro aste senza alcun esito, la quinta è stata quella decisiva non solo per lo storico stabilimento ma per tutto il centro termale che può tornare a sognare. «Finalmente è arrivata la notizia che tutti aspettavamo. – afferma soddisfatto il sindaco di Godiasco Salice Terme Fabio Riva – Dopo oltre tre anni dal fallimento, le Terme di Salice hanno trovato un acquirente. Non posso che felicitarmi del fatto che, dopo il Nuovo Hotel, anche le Terme potranno presto essere oggetto di importanti opere di ristrutturazione per un graduale ma fondamentale rilancio. Da oggi potremo guardare al futuro di tutto il territorio con cauto ottimismo. Ho già avuto modo di conoscere e apprezzare il Gruppo che si è aggiudicato l’asta e l’Amministrazione comunale farà di tutto per assecondare i progetti che verranno proposti. Vorrei anche ringraziare il curatore fallimentare Andrea Nannoni per l’importante lavoro svolto in questi anni per le nostre Terme».

Massimo Caputi si è aggiudicato l’asta presentando l’offerta minima che era richiesta e cioè 1 milione e 575 mila euro e la sua stessa società due settimane fa a-veva acquisito anche il Nuovo Ho-tel Terme situato all’entrata della località termale. Il nuovo proprietario, nato a Chieti nel 1952, si è laureato in Ingegneria Civile, è uno dei maggiori punti di riferimento del settore tanto che guida l’associazione di categoria Federterme. È presidente esecutivo e socio di riferimento di Feidos Spa, società di investimento. Da ottobre 2017 è anche presidente di Terme di Saturnia Spa&Golf Resort, famosa struttura recentemente acquisita da York Capital e Feidos. Inoltre, ha acquistato il 47% di Terme di Chianciano Spa sempre attraverso il suo veicolo di investimento Feidos, insieme a York Capital Management. Attualmente è membro del consiglio direttivo di presidenza di Assoimmobiliare, l’associazione dell’industria immobiliare italiana aderente a Confindustria.

Da tempo era interessato all’acquisto del complesso termale l’imprenditore Roberto Santinoli che martedì “ha ceduto il passo” a Caputi: «Oggi per me è una giornata molto particolare. – scrive Santinoli su Fb – Si concludono due anni di lavoro al progetto d’acquisizione del complesso termale, scelta che avevo intrapreso con l’obiettivo di fare qualcosa di utile per il futuro di mio figlio e del paese in cui ho investito energie e vita. Sento un sapore amaro nel vedere interrompersi qualcosa che mi ha impegnato moltissimo, appassionato e fatto immaginare un futuro migliore rispetto ad un presente stagnante. Contemporaneamente però c’è quello dolce della consapevolezza di riconoscere a chi mi ha battuto all’asta del Nu-ovo Hotel, ed oggi si è aggiudicato, come unico partecipante, le Terme di Salice, caratura, competenze e finanze tali da assicurare prospettive di più ampio respiro rispetto a quelle che avrei potuto garantire io, pur investendo tutto quanto in mio possesso.

L’amarezza dettata dall’orgoglio è stata sconfitta dalla dolcezza della coscienza che mi ha portato a deporre le armi speranzoso che il futuro di Salice, che ha in “Terme” parte del suo nome e della sua essenza, sia in ottime mani».

La notizia dell’acquisto delle Terme di Salice ha fatto tornare il sorriso tra gli operatori turistici di Salice che ora, dopo un lungo periodo buio, possono sperare in una ripresa e soprattutto in un futuro caratterizzato da una presenza importante di turisti non solo in estate ma anche in tutto il periodo dell’anno.

Mattia Tanzi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *