Alluvione. Il Vescovo vicino alle popolazioni colpite

Visualizzazioni: 122

Il maltempo ha messo in ginocchio tutto il territorio della nostra diocesi. Le violente ondate di pioggia caduta nella giornata e nella notte di lunedì hanno causato ingenti danni a persone e paesi: fiumi esondati, frane, sfollati, allagamenti e linee ferroviarie interrotte (riattivate martedì mattina con limitazioni di velocità). E, purtroppo, si contano anche due vittime: l’autista di un’auto a noleggio travolta dal fango a Capriata d’Orba e un pensionato di 80 anni morto in un incidente stradale nel Canavese. Sono state allagate strade ex statali e provinciali, in particolare tra Gavi e Francavilla Bisio, tra Novi Ligure (duramente flagellata) e Pozzolo Formigaro.

A Bosio 700 persone sono rimaste senza acqua e 500 senza elettricità. Evacuate 80 persone a Castelletto d’Orba, 40 a Gavi e 10 a Casalnoceto dove al Centro “Paolo VI” si è allagata la cucina. In Oltrepò il forte acquazzone ha creato seri problemi a Rivanazzano Terme e Godiasco – Salice Terme, Casteggio, Montebello della Battaglia, Santa Giuletta.

Il Vescovo Mons. Vittorio Viola martedì mattina si è subito messo in contatto con diversi sindaci della zona per avere notizie di quanto accaduto e per assicurare la sua vicinanza alle popolazioni colpite e a tutte le famiglie e le parrocchie coinvolte.

Mons. Viola sta seguendo l’evolversi della situazione in contatto con i sindaci dei centri interessati. È tra la sua gente e assicura a tutti la sua preghiera.

La speranza di risollevarci, ancora una volta, è più forte di qualsiasi piena.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *