La presenza missionaria della Chiesa e la tutela dei minori

Visualizzazioni: 21

Comunicato finale dell’Assemblea Cei. Mons. Redaelli è stato nominato presidente della Caritas

CITTA’ DEL VATICANO – Giovedì 23 maggio si è conclusa la 73^ Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana, riunita nell’Aula del Sinodo della Città del Vaticano, sotto la guida del cardinale presidente, Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve.

Il tema principale dell’Assemblea ruotava attorno alla questione: “Modalità e strumenti per una nuova presenza missionaria”. I contenuti, affidati a una relazione centrale, sono stati approfonditi nei lavori di gruppo, condivisi nella restituzione assembleare e nel dibattito conclusivo. Bassetti si è anche soffermato su “alcune questioni legate all’attualità: la riforma del Terzo Settore, la situazione del dopo terremoto nel Centro Italia e il futuro dell’Unione europea”.

I presuli hanno ripreso innanzitutto la preoccupazione che si è venuta a creare con la riforma del Terzo Settore. “Si denuncia la mancanza della valorizzazione di quella società organizzata e di quei corpi intermedi, che sono espressione di sussidiarietà che spesso supplisce alle carenze dello Stato”, si legge nel comunicato finale.

I Vescovi italiani si sono pienamente ritrovati nel richiamo del cardinale Bassetti a rivitalizzare, con il dialogo e la presenza nel dibattito pubblico, “il patrimonio dell’umanesimo cristiano: un umanesimo di cui l’Italia può essere portatrice in Europa; un umanesimo non selettivo; un umanesimo che rimanda a un rinnovato impegno culturale”.

Tra gli altri temi portati all’attenzione dell’Assemblea, “l’impegno con cui molte diocesi stanno promuovendo le unità pastorali: forme nuove che aiutano a interpretarsi e lavorare insieme”.
 Rimane la preoccupazione per la situazione che, con il terremoto, è venuta a determinarsi nel Centro Italia: “La Cei chiede la traduzione dei fondi stanziati in interventi concreti, anche per restituire alle comunità un luogo di culto, di riferimento”.
 Nel comunicato finale si ricorda anche l’attenzione rivolta dai vescovi alla presenza missionaria della Chiesa. Il tema “ha offerto proposte per percorsi con cui rinnovare il volto missionario della Chiesa italiana”.
 Punto di partenza rimane “il recupero di una spiritualità missionaria, centrata sulla Parola di Dio, sulla sobrietà come stile, sull’incontro e la fraternità”.

La 73^ Assemblea della Cei ha, inoltre, approvato le Linee guida per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili. 
L’intelaiatura del testo è costituita da tre interventi di Papa Francesco: la Lettera al Popolo di Dio (20 agosto 2018), il Discorso conclusivo al summit dei presidenti delle Conferenze episcopali (24 febbraio 2019) e il Motu Proprio “Vos estis lux mundi” (7 maggio 2019).
 “Le Linee guida sono strutturate secondo alcuni principi: il rinnovamento ecclesiale, che pone al centro la cura e la protezione dei più piccoli come valori da tutelare; l’ascolto delle vittime e la loro presa in carico; la collaborazione con l’autorità civile; la scelta della trasparenza; l’individuazione di strutture e servizi finalizzati a promuovere la prevenzione”.

I vescovi della Conferenza episcopale italiana hanno poi nominato l’arcivescovo di Gorizia, Mons. Carlo Roberto Maria Redaelli, presidente della Commissione episcopale per il servizio della carità e la salute e della Caritas italiana. Mons. Redaelli raccoglie il testimone da Mons. Corrado Pizziolo, vescovo di Vittorio Veneto, che ha ricoperto ad interim il ruolo di presidente dopo le dimissioni del cardinale Francesco Montenegro, alla guida dell’organismo ecclesiale dal 2015.

d.c.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *