La festa di San Giuseppe con i farsô a Castelnuovo

Visualizzazioni: 73

Nel weekend torna la fiera di primavera e la rassegna nel castello podestarile

CASTELNUOVO SCRIVIA – Arriva la solennità di San Giuseppe e con essa la festa di primavera con un ricco programma, che si apre venerdì 15 marzo, in sala Pessini, con la presentazione del libro del giornalista della Provincia Pavese Roberto Lodigiani.

Sempre in Sala Pessini, sabato 16 marzo, alle 16.30, l’iniziativa dedicata agli alberi per i nuovi nati. Saranno consegnati a tutti i nuovi cittadini del 2018: una cartellina con dentro il certificato di assegnazione, il numero della pianta che potranno reperire nello spazio del Parco recentemente ampliato e un omaggio. Un modo diverso anche per conoscersi da parte dei genitori.

Alla sera verso le 21, in Ca-stello, l’inaugurazione della rassegna curata dall’Istituto Comprensivo “Baxilio” dal titolo “Paesaggi e personaggi castelnovesi in mostra”.

Il lavoro seguito dai ragazzi con i loro docenti è quello di un collage che parte dai luoghi, attraversandoli, e descrivendoli con la partecipazione delle persone e dei loro abitanti.

Domenica 17 marzo apertura con il mercato ambulante dislocato nelle vie di accesso alla piazza e tutto il settore verso la zona Scrivia riservata alle macchine agricole.

Una fiera sempre importante per la nostra zona, partecipata dalle ditte produttrici e dal numeroso pubblico specializzato. Una fiera che ha una tradizione centenaria quando le macchine erano gli animali da tiro e la loro esposizione lungo la “lea” del Campo sportivo è ricordata dai più anziani. I trattori, le seminatrici, le apparecchiature per la distribuzione dei fitofarmaci e dei fertilizzanti la faranno da padrone in una esposizione ricca e partecipata. In piazza, invece, di fronte al castello un’esposizione insolita che per la prima volta farà bella mostra di sé: un’esposizione di trattori d’epoca curata dalla “Scluter club italien” dall’associazione “Trattori d’epoca Dolci terre di Novi”. Nella parte centrale, invece, ci sarà la rassegna automobilistica con i nuovi modelli e quelli che hanno fatto la storia dell’automobile e una presenza particolare del Club Ferrari.

Dal pomeriggio la sagra delle frittelle (i farsô) che ha reso famoso il paese: saranno preparate a lato della Chiesa sotto il capannone appositamente montato. Un polentino di uova, farina e zucchero fritto dallo staff direttamente in piazza. C’è anche lo spazio per la solidarietà, con i volontari dell’associazione “Franca Casssola Pasquali”, mentre di fronte alla agenzia della Cariparma la Lilt inaugurerà il percorso stagionale attraverso i paesi del tortonese per diffondere la cultura e la conoscenza della prevenzione, mettere a disposizione su un camper i propri medici per una consulenza gratuita e proporre un programma di screening gratuito.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *