Il bilancio della Polizia Locale: al lavoro per la sicurezza cittadina

Visualizzazioni: 56

Presentato dal comandante Orazio Di Stefano il rapporto annuale del 2018

TORTONA – Numeri costanti, sia nella portata dell’attività sia nell’efficacia di quanto svolto, per garantire la sicurezza, non solo stradale, in città.

Il rapporto annuale dell’attività della polizia municipale non è soltanto un monitoraggio delle molteplici attività svolte dagli agenti e dal comando, ma è anche un interessante indicatore del livello di sicurezza cittadina, con particolare rilevanza al controllo delle strade e della circolazione. E si può evincere che la situazione sia assolutamente sotto controllo e che le criticità siano assolutamente gestibili.

Martedì scorso sono stati presentati i dati dell’attività lungo il 2018, dal comandante Orazio Di Stefano, dal sindaco Gianluca Bardone e dall’assessore alla Sicurezza Lorenzo Bianchi e i dati dimostrano come l’organizzazione risulti efficiente e i numeri siano costanti nel tempo. Al comando di polizia municipale operano 26 agenti, numero invariato dopo le due assunzioni avvenute nel 2017, dopo tanti anni di uscite non rimpiazzate. Dal livello di multe si possono già desumere tanti elementi.

In primis, il livello costante, 10336 sanzioni elevate, dopo che dal 2015 è stato superato un limite che pareva invalicabile, ovvero il massimo di 8000 contravvenzioni. 179 sono stati gli incidenti rilevati, senza casi di mortalità. 3.624 sono state le ore di presidio in sala operativa e 4.458 ore di controllo sul territorio. Aumentano di 50 unità le contravvenzioni per passaggio con semaforo rosso, calano i casi di guida con patente scaduta, solo 22, crescono di 70 unità rispetto all’anno prima le sanzioni per divieto di sosta, 2522, e ora l’attività sarà ancora più incrementata da nuovi controlli sull’abuso di stalli per disabili e ai controlli sui mezzi pesanti.

Costante l’incasso dei proventi da contravvenzioni, 338.129 euro. L’attività di polizia municipale spazia dal presidio del territorio, alla protezione civile, al supporto alle manifestazioni, ai progetti di carattere educativo e di prevenzione realizzati nelle scuole. Nel 2018 sono stati inoltre raggiunti importanti traguardi come il nuovo piano comunale di protezione civile, il cui gruppo di circa 20 volontari sarà integrato da altre 5 persone, la prosecuzione della centralizzazione delle frazioni per la videosorveglianza, che in totale in città conta oltre 80 telecamere, l’adeguamento del regolamento di Polizia Urbana alle norme sull’accattonaggio, oltre a 5 esercitazioni di Protezione Civile. Significativi i progetti di educazione stradale nelle scuole e di prevenzione delle dipendenze.

Stefano Brocchetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *