EMERGENZA NUBIFRAGIO

Visualizzazioni: 16

Livelli, è crollato il tetto della chiesa

A Livelli, frazione di Bagnaria, venerdì scorso è crollata una parte della volta della chiesa, fortunatamente mentre l’edificio era vuoto. I vigili del fuoco sono subito intervenuti per la messa in sicurezza dell’edificio che resterà inagibile fino a quando non saranno effettuati i lavori di restauro. A causare il crollo potrebbero essere state delle infiltrazioni di acqua dalla copertura dovute alle abbondanti precipitazioni che hanno colpito la valle Staffora nei giorni scorsi. Nel crollo sono precipitati sull’altare maggiore i mattoni e il cemento che componevano la volta. La chiesa dei santi Pietro e Paolo, risalente al XVI secolo, conserva pregevole pala d’altare del 1759 del pittore vogherese Gian Paolo Muratore. Due volte al mese, al suo interno, viene celebrata la messa, mentre tutti i giorni, a mezzogiorno, si suonano le campane. A farlo è Massimo Zaninetti, nipote di Giuseppe Rapallini, da poco scomparso, che dal 1950 svolgeva questo incarico. È stato proprio Zaninetti a dare l’allarme, perché giunto presso l’edificio sacro si è accorto che qualcosa non andava. Ha, infatti, dovuto spingere con forza la porta per entrare e una volta dentro, ha visto lo squarcio nella volta. Oltre ai Vigili del fuoco sono stati allertati anche il parroco, i carabinieri e il sindaco Mattia Franza. Il sindaco ha affermato che è stato un duro colpo per la frazione di Livelli, “un paese molto unito, che nella vita parrocchiale vede un importante momento di aggregazione”. Il sindaco e il parroco chiederanno aiuto alle istituzioni, in particolare alla Regione Lombardia e alla Fondazione Cariplo per recuperare i fondi necessari per riaprire la chiesa. Il parroco, don Emanuele Tizzoni, interpellato sul danno, ha dichiarato che saranno necessari numerosi lavori strutturali per sistemare l’edificio che già presentava alcune crepe.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *