A Varzi nasce la “Cittadella dello sport”

Visualizzazioni: 26

Un progetto ambizioso per la valle Staffora. Sabato scorso l’inaugurazione del campo di basket

VARZI – Con l’inaugurazione del nuovo campo da basket di sabato 26 ottobre, è partito ufficialmente il progetto che porterà alla realizzazione di una cittadella dello sport, a due passi dal torrente Staffora. L’area diventerà punto di riferimento per i giovani, e non solo, di tutto il territorio, ma anche per gli amici a quattro zampe.

“Il primo passo in questa direzione è stato riqualificare un’area dismessa, poco sfruttata ma con grande potenziale a fianco del torrente Staffora e delle scuole medie; – spiega il sindaco della cittadina Giovanni Palli – un’area che abbiamo pensato in tre micro aree. Nella prima sabato pomeriggio abbiamo inaugurato il nuovo campo da basket, spostato di un metro, per questioni di sicurezza, dalla posizione in cui sorgeva quello vecchio, realizzato 20 anni fa, il cui manto ormai distrutto è stato totalmente sostituto con materiali speciali per finalità sportive. Abbiamo installato reti alte 6 metri verso lo Staffora per evitare che il pallone finisca nel torrente e realizzato un pannello in Forex lungo 18 metri con il motto dell’NBA (il massimo campionato professionistico americano) che recita ‘This is why we play’, che significa ‘Questo è perché giochiamo’, pensato dai ragazzi di Varzi che quotidianamente da anni praticano questo sport”. Ma i lavori proseguiranno anche nei prossimi mesi: “Nella seconda area – continua il sindaco – vale a dire il vecchio bocciodromo, sorgerà uno spazio attrezzato per l’allenamento a corpo libero con l’installazione di un cubo di calisthenics e la revisione del pavimento antiurto per garantire la massima sicurezza negli allenamenti”.

Tra l’altro l’attrezzatura è stata donata dallo stesso sindaco Palli, che ha rinunciato allo stipendio del primo anno di mandato.

“La terza e ultima micro area – prosegue Palli – sarà inaugurata tra una ventina di giorni e sarà area per gli amici a quattro zampe per una superficie complessiva di oltre 700 metri quadrati di zona verde”.

Sabato pomeriggio, all’inaugurazione del campo da basket, era presente una delegazione del team “Della Fiore Broni”, la squadra di pallacanestro femminile che partecipa per il quarto anno consecutivo al campionato di serie A1. Il presidente Bruno Cipolla, il coach Alessandro Fontana, uno dei fondatori della società Gianluca Caraffini e tre giocatrici: la capitana Giulia Moroni, Francesca Parmesani e Monique Ngo Ndjock. Tutti sono stati accolti con entusiasmo dalla Giunta e dalle istituzioni varzesi. “Siamo ben felici di essere stati invitati – ha detto il presidente Cipolla – perché inaugurare un campo da basket è sempre per noi motivo di felicità. Sappiamo che qui si potranno divertire tanti bambini. Oltretutto sorge in una location molto suggestiva, con lo Staffora alle spalle e ai piedi del centro storico di questa bellissima cittadina, un piccolo scrigno del nostro Oltrepò”. “Voglio ringraziare la squadra Della Fiore Broni 93 che oggi ci ha onorato con la presenza del suo presidente, del coach, di 3 giocatrici e dei dirigenti, in una giornata importantissima per il comune di Varzi. – ha dichiarato il sindaco – Aver potuto far giocare e divertire i nostri giovani con professioniste di questo livello è stato molto bello.

Voglio ricordare che queste ragazze sono un orgoglio per tutto il territorio.

La mia amministrazione, composta da molto ragazzi giovani, ha un programma molto ambizioso sullo sport che ha come obiettivo quello di trasformare Varzi in una vera e propria cittadella dello sport”.

Un progetto ambizioso che prevede altri interventi significativi: “A novembre inizieranno i lavori per rendere fruibile la parte posteriore della Casa dei Servizi dedicata a Giovanni Azzaretti che contiamo di aprire a gennaio per permettere ai varzesi di poter giocare a calcetto, tennis e pallavolo al coperto nella brutta stagione. – conclude Palli – Infine, l’ambizioso obiettivo di questo mandato è l’ammodernamento e la rivisitazione del centro sportivo ‘Carlo Chiappano’ (intitolato al grande ex ciclista professionista varzese) sul quale vogliamo fare un importante intervento che permetterà a Varzi di avere una cittadella dello sport difficile da trovare anche in città”.

Franco Scabrosetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *